Beppe Grillo Live ogni lunedì alle 14,00

PUBBLICITA'





L'ORRORE

diffondi

COLLABORAZIONE

E' con piacere che annuncio l'inizio della mia collaborazione con Ecoblog.


VISITA ANCHE IL MIO BLOG SULLA DIETA MEDITERRANEA E ALIMENTAZIONE MadeinItaly

mail

scrivi a : filoverde@gmail.com

PUBBLICITA'

Miadieta\\







Sky


Skype


Bottega Verde


Circuito


Dmail


/** Alice*/

Findomestic


Last Minute


Subito

Todo

yoox

PUBBLICITA'

PUBBLICITA'





Pasta e pane, per la Cia gli aumenti non sono giustificati

La corsa al rialzo dei listini dei cereali registrata alla Borsa di Chicago può provocare nuovi aumenti per i prezzi di pasta e pane. E’, però, necessario evitare ogni manovra speculativa e rincari artificiosi. E’ quanto sottolinea la Cia-Confederazione italiana agricoltori in merito alle notizie che giungono dai mercati internazionali.
Da qui l’esigenza di verifiche attente e di controlli rigorosi -evidenzia la Cia- proprio per contrastare azioni che innestino incrementi anomali dei prezzi al consumo. D’altra parte, già nei mesi scorsi, i listini di pane e pasta sono lievitati in maniera abnorme e non certo rispondente agli aumenti registrati all’origine.
I rialzi internazionali, tuttavia, sembrano alimentati più da speculazioni che da elementi congiunturali. Ecco perché -avverte la Cia- occorre stare attenti, arginando una sorveglianza adeguata sui prezzi.
La Cia ricorda, comunque, che è possibile contrastare gli aumenti dei cereali con la maggiore produzione nazionale, grazie alla riduzione del set-aside che ci permette di incrementare del 20 per cento le coltivazioni di grano duro e, quindi, di garantire alla filiera una maggiore offerta. Il che può tradursi in un effetto calmieratore.

0 commenti: