Beppe Grillo Live ogni lunedì alle 14,00

PUBBLICITA'





L'ORRORE

diffondi

COLLABORAZIONE

E' con piacere che annuncio l'inizio della mia collaborazione con Ecoblog.


VISITA ANCHE IL MIO BLOG SULLA DIETA MEDITERRANEA E ALIMENTAZIONE MadeinItaly

mail

scrivi a : filoverde@gmail.com

PUBBLICITA'

Miadieta\\







Sky


Skype


Bottega Verde


Circuito


Dmail


/** Alice*/

Findomestic


Last Minute


Subito

Todo

yoox

PUBBLICITA'

PUBBLICITA'





Italia- India, bilaterale con De Castro. Ma la Cina chiude accordi per il 21mo secolo


Da oggi Paolo De Castro, il nostro ministro per le politiche agricole è in India per incontrare i ministri indiani dell'Agricoltura e del Food Processing, Sharad Pawar e Subodh Kant Sahai. Al centro dei colloqui, il rafforzamento dei rapporti bilaterali e la cooperazione in campo agricolo.
''I rapporti economici bilaterali Italia-India sono in costante espansione - sottolinea il Ministro Paolo De Castro - e' c'e' una crescente consapevolezza da parte delle imprese italiane delle opportunita' offerte dal mercato indiano. Portare i prodotti e l'immagine dell'Italia nel mondo, diffonderli, difenderli e valorizzarli - ha aggiunto il Ministro - e' una delle chiavi strategiche per lo sviluppo del sistema Paese. Noi lo stiamo facendo: nel 2007 l'export dei prodotti agroalimentari e' aumentato considerevolmente e secondo le stime quest'anno dovrebbe andare ancora meglio''.
A proposito del Food processing, le due parti gettarono le basi per lavorare insieme alla costruzione di un Joint Food Testing a Kolkata, nonché alla creazione di una Fondazione italo-indiana e di un Agro Food Park. Questi importanti progetti saranno ora recepiti nei due Memorandum of Understanding (MoU) che verranno firmati proprio in occasione della visita del Ministro in India.
La notizia mi era nota, ma da almeno tre giorni ero alla ricerca sulle testate indiane di un articolo che ne preannunciasse l'evento. A parte la notizia che sta gettando allarme ,dei casi di aviaria in Bengala Occidentale ( gli indiani sono fissatissimi con la pulizia e hanno il terrore delle malattie) si parla, com'è giusto "cicero pro domo sua" dell'incontro dell' incontro del primo ministro Manmohan Singh in Cina e che si sta concludendo proprio in queste ore.
Nel pezzo dell ' Hindustan Times si dice chiaramente che: "La "Visione condivisa per per il 21.mo Secolo", un documento congiunto firmato dai due paesi ", è un messaggio al mondo esterno che le due parti intendono intensificare la loro cooperazione per costruire un mondo armonioso". Gli fa eco "The Times of India" che aggiunge: "Singh, ha detto che i due paesi potrebbero camminare assieme, seguendo ciò che egli chiama 'via asiatica'."
Di certo l'asse economico del pianeta si sta spostando verso quell'agglomerato di oltre 2,5 miliardi di persone che sono Cina e India e magari se l'Italia fosse un po' più incisiva sarebbe molto meglio.
Intanto, sulla economica domani De Castro poggerà il gioiello di "Vinitaly India" che sarà inaugurato ufficialmente il 17 gennaio.
''I progetti di internazionalizzazione - aggiunge il ministro - nei quali Veronafiere ha dimostrato massimo dinamismo e partecipazione proseguono speditamente e producono risultati concreti che soddisfano le aspettative di aziende e istituzioni. Auspichiamo che il 2008 sia l'anno di ulteriori passi avanti''.
Il punto però, come è intelligentemente spiegato in The Times of India è che: "le prospettive sono senza dubbio brillanti, ma la pressione fiscale è sicuramente elevata e molto superiore superiore a quella di qualsiasi altro paese al mondo. Di conseguenza, le alte tariffe imposte sulle importazioni di vino non favoriscono gli appassionati di vino nel paese".
Mi auguro davvero, che davanti ad un colosso come la Cina, l'Italia possa puntare seriamente sul suo "Made in Italy" anche agroalimentare anche se la strada è davvero lunga perchè sono molto ampie le differenze culturali.

0 commenti: