Beppe Grillo Live ogni lunedì alle 14,00

PUBBLICITA'





L'ORRORE

diffondi

COLLABORAZIONE

E' con piacere che annuncio l'inizio della mia collaborazione con Ecoblog.


VISITA ANCHE IL MIO BLOG SULLA DIETA MEDITERRANEA E ALIMENTAZIONE MadeinItaly

mail

scrivi a : filoverde@gmail.com

PUBBLICITA'

Miadieta\\







Sky


Skype


Bottega Verde


Circuito


Dmail


/** Alice*/

Findomestic


Last Minute


Subito

Todo

yoox

PUBBLICITA'

PUBBLICITA'





Agricoltura, un 2007 da dimenticare

Confesso che sono esterefatta. Come al solito in Italia, non si capice mai dove sta la verità. Qualche giorno fa Paolo De castro il nostro ministro per le politiche agricole, pur ammettendo che i consumi interni erano in calo si diceva non solo fiducioso ma pronto a puntare su un 2008 stellare.
Il 2007, invece, secondo i dati diffusi da CIA (confederazione italiana agricoltori) è stato "stallare". Nel senso di fermo, in stallo. La produzione registra una diminuzione dello 0,5 per cento, il valore aggiunto una flessione dello 0,6 per cento, i redditi degli agricoltori un taglio dello 0,9 per cento, mentre i costi di produzione salgono fino al 6,1 per cento.
I prezzi all’origine subiscono, invece, forti e repentine oscillazioni che creano evidenti squilibri, anche se si ha un aumento in media tra il 5 e l’8 per cento che è, comunque, nettamente inferiore al trend al rialzo dei listini al dettaglio dei prodotti alimentari, in particolare quelli di alcuni generi di prima necessità come pane, pasta e latte.
Gli investimenti, dal canto loro, mettono a segno una lieve risalita dello 0,6 per cento. Restano, al contrario, in flessione i consumi agroalimentari (meno 1,9-2 per cento), proprio a causa dei vertiginosi e ingiustificati rincari.
In picchiata anche l’occupazione con un meno 4,2 per cento che si contrappone alla crescita del 3,6 per cento del 2006.
Per quanto riguarda, invece, il comparto vino, la raccolta 2007, al primato delle precocità rispetto ai normali calendari, aggiunge anche quello delle basse rese quantitative praticamente in tutte le regioni; si hanno, quindi, volumi in forte calo rispetto ai livelli del 2006 (meno 12 per cento). Anche la campagna olearia 2007/2008 si preannuncia piuttosto scarsa, in flessione del 17 per cento. L’estate calda e la prolungata mancanza di precipitazioni hanno proiettato il settore oleicolo italiano verso una delle raccolte più scarse degli ultimi 10 anni.

I conti dell’agricoltura nel 2007
(var % sul 2006)

Produzione -0,5%
Valore aggiunto -0,6%
Costi delle imprese +6,1%
Prezzi +7,4%
Redditi dei produttori -0,9%
Investimenti +0,6%
Consumi agroalimentari -1/2%
Occupazione -4,2%

0 commenti: